Portatori di Cultura: come amplificare il nostro messaggio di Security Awareness

Digitree - Disruptive technologies for secure smart workers / Security Awareness  / Portatori di Cultura: come amplificare il nostro messaggio di Security Awareness
domino 1

Portatori di Cultura: come amplificare il nostro messaggio di Security Awareness

Vorrei condividere con voi l’articolo di Perry Carpenter, Chief Evangelist & Strategy Officer di KnowBe4, pubblicato su Infosecurity Magazine qualche giorno fa, perché può aiutarci a costruire un programma di security awareness o, meglio, una vera e propria cultura della sicurezza all’interno delle nostre organizzazioni.

Ecco quello che scrive Perry:

   “Ho parlato e scritto parecchio su come rendere efficace un programma di security awareness e ora sto per introdurre un altro aspetto che puoi aiutare in modo significativo a migliorare tutti i tuoi sforzi nella creazione della security awareness. Quello dei ‘portatori di cultura’.

All’interno del contesto aziendale un portatore di cultura è ‘qualcuno che conosce profondamente i valori della compagnia e può avere una discussione intelligente sul perché la sua compagnia fa quello che fa. Sono ambasciatori della propria compagnia e lavorano con passione per promuoverne i valori nei loro rapporti quotidiani con clienti e colleghi. Un modo per aumentare l’influenza del valore ‘sicurezza’ è, quindi, quello di fare leva sui portatori di cultura.

Il concetto di portatori di cultura è efficace perché è scalabile, a basso costo, consiste di individui altamente impegnati con cui puoi creare la tua rete di comunicazione. Pensa a questo: invece di avere una sola persona che trasmette un messaggio, puoi averne parecchie che lo amplificano all’interno di tutta l’organizzazione.

Allo stesso modo, il costo finanziario per implementare questo tipo di programma è minimo: il costo più grande è, ovviamente, il tempo investito. Questi ambasciatori comprendono sia le sfide che le culture che caratterizzano il loro gruppo, e sono quindi in grado di comunicare con esso in modo molto più efficace rispetto ad una comunicazione proveniente dall’esterno.

Crei la tua rete di comunicazione in molti modi quando ti affidi ai portatori di cultura. Non soltanto trasmetti le informazioni essenziali che vuoi diffondere all’interno di tutta la tua organizzazione, ma puoi anche ricavare importanti informazioni di ritorno dai tuoi ambasciatori.

Possiamo paragonare i portatori di cultura ad un impianto di diffusione sorround. Uno stereo è relativamente semplice, direziona il suono verso di te frontalmente. Con un semplice impianto stereo puoi solo sentire il suono che viene verso di te. Tuttavia, aggiungere alcune componenti di un sistema sorround migliora la tua esperienza: è come sentirsi immersi nel suono.

Se pensi ai tuoi portatori di cultura in questo modo i tuoi messaggi, i tuoi valori e i tuoi comportamenti vengono rafforzati da più punti, creando un’esperienza totalizzante.

Pensiamo l’idea dei portatori di cultura nel contesto della sicurezza. Immaginiamo di avere gruppi di persone in regioni o dipartimenti differenti, e a tutti i livelli della nostra organizzazione, persone che hanno una conoscenza profonda dei nostri valori di sicurezza e che mostrano comportamenti positivi rispetto ad essa, e che sono in grado di discutere sulle ragioni per cui tali valori e comportamenti sono rilevanti e importanti. Immagina il potere e l’influenza che possono avere queste persone quando lavorano per promuovere i tuoi valori, interagiscono con altre persone, supportano progetti, fanno da mentore ai nuovi assunti e aiutano i loro colleghi. Questo gruppo  di impiegati diventa un moltiplicatore di forza per gli altri dipendenti e per l’organizzazione nel suo complesso.

Diffondendo la cultura in questo modo, il tuo programma diventa sostenibile. La natura distribuita dei tuoi portatori di cultura permette ai tuoi valori ed ai tuoi contenuti di sicurezza di raggiungere regioni o dipartimenti diversi della tua organizzazione. Come ingaggiare i tuoi portatori di cultura, chi scegliere e come riconoscere il loro valore e supporto sono tutti fattori della loro sostenibilità.

Questo gruppo di portatori di cultura, ambasciatori o come altro decidi di chiamarli, dovrebbe provenire da tutti i livelli dell’organizzazione e dal maggior numero di dipartimenti e regioni possibile per aiutarti a diffondere e diversificare il tuo messaggio in modo significativo. Possono essere le persone stesse a proporsi come tali, possono venire candidate da manager o da colleghi, oppure un sondaggio può aiutarti a scoprire chi sono i possibili influencer.

Idealmente, i tuoi portatori di cultura della sicurezza dovrebbero essere persone già rispettate ed influenti all’interno del proprio dipartimento o di gruppo di pari. Questo concetto è molto più efficace quando gli individui credono fermamente nel loro programma.

E’ anche importante collegare degli incentivi al programma. Pensa a come puoi fare sentire ai tuoi portatori di cultura speciali ed apprezzati. Ciò non ha niente a che vedere con le ricompense in denaro: può essere un riconoscimento, un elogio, o il farli sentire come se avessero una conoscenza  speciale. La cosa importante  è che tu riconosca che i tuoi portatori di cultura svolgono un servizio di valore e, per questo motivo, devi ricambiare questo valore.

Soprattutto, i portatori di cultura costituiscono una delle tattiche comunicative più efficaci perché diffondono il messaggio principale del tuo programma di security awareness. Sono un’amplificazione di questo messaggio. Non sottovalutare questo passaggio quando sviluppi un programma di security awareness che voglia essere efficace.”

Trovi maggiori dettagli su come costruire la tua cultura della sicurezza e come guidare il tuo personale verso comportamenti di sicurezza nell’ultimo libro di Perry ‘Transformational Security Awareness: What Neuroscientists, Storytellers, and Marketers Can Teach Us About Driving Secure Behaviors’. (https://wiley.com/buy/9781119566342).

Qui trovi l’articolo in lingua originale: https://www.infosecurity-magazine.com/blogs/culture-carriers-amplifying-1-1/

No Comments
Post a Comment